SECONDO RADUNO NAZIONALE

23, 24, 25 OTTOBRE 2009

TORINO

Official web site of Lancia Thema Club Italia

Il Lancia Thema Club Italia al suo secondo raduno nazionale. A Torino, città nella  quale, 25 anni fa nasceva la Lancia Thema.

Eccovi la cronaca di quello che i soci hanno definito come il raduno più bello mai organizzato dal nostro sodalizio.  Cominciamo dal Venerdì, seguendo il viaggio degli equipaggi che arrivavano dal nord. Sulla pagina "la Fenice" potrete invece rivivere il raduno da un'altra prospettiva, quella dei soci che da Roma sono saliti verso Torino.

VENERDI' 23 OTTOBRE - ARRIVO A TORINO

La grandissima partecipazione che fin dall'inizio i soci del nord non hanno mai fatto mancare agli eventi promossi dal nostro club, organizzando anche con precisione e indiscusso successo incontri nelle loro regioni, oltre ad essere arrivati in massa a Roma lo scorso anno, ha avuto il giusto e meritato premio: un raduno alle loro "latitudini", oltre il Po o giù di li insomma...

Per tutti gli altri partecipanti, avventurarsi per centinaia di km è stato un vero piacere, un omaggio a questi ragazzi del nord ricchi di passione ed estremamente fedeli al nostro sodalizio. L'appuntamento era per le ore 18 a Torino al Vald Hotel, tutti si sono ritrovati li per la prima cena informale di incontro.

Matteo Ballarin, Franco Finatti, Emiliano Capatti e Stefano Falcinelli arrivati in squadra, erano partiti nel pomeriggio rispettivamente dal Veneto e dall'Emilia, Matteo Ballarin e la sua Turbo 16V avevano avuto una idea sensazionale, comprare delle radio trasmittenti per agevolare gli spostamenti in fase di raduno, in tutto tre radio, una alla vettura di testa, una al centro, una a chiudere. Risultato? Mai nel raduno nessuno è rimasto indietro o ha perso la strada, anche attraversando Torino da parte a parte, sulla Tangenziale, per le campagne... Idea semplice e geniale, che regala un applauso al nostro vulcanico socio Veneto!

 

clicca per ingrandire

SABATO 24 OTTOBRE - VISITA  PININFARINA

 

Prima tappa, stabilimenti Pinifarina. Partenza di buon mattino tutti dietro la nostra guida, il basista di questo mega raduno a Torino, Pino Negrisolo, ivi residente, accompagnato dalla sua 16V SW, naturalmente disegnata Pininfarina.

Il design della Thema alla fine degli anni 70 fu commissionato a Giugiaro, che realizzò il capolavoro che tutti conosciamo, ma la versione familiare venne realizzata dalla Pininfarina, alla conclusione del lungo duello con la Zagato autrice anche'essa di una interessante proposta, che però non ebbe seguito.

Arrivati nei leggendari stabilimenti Pinifarina, ove ha sede il museo da noi visitato, abbiamo fatto accomodare le nostre Signore (le Thema) in un ampio parcheggio tutto a loro riservato, e siamo entrati nello stupendo museo.

Calorosa l'accoglienza degli uomini Pininfarina, che ci hanno ospitato con vero entusiasmo oltre ad avere messo a nostra disposizione una sala per una colazione gentilmente offerta dal museo.

Tante le "sculture" di metallo veloce esposte, dalla più recenti Ferrari e Maserati, passando per l'unica Lancia Flaminia "Florida II" e la  esclusiva Aurelia B24 Spider, poi proposte per berline Peugeot, supercar Maserati, Jaguar, Ferrari, prototipi di tutti le tipologie, un'area unica dove si respirava una atmosfera mia vissuta prima.

Successivamente il Club tutto è stato fatto accomodare nell'immenso parco che circonda il museo e la sede, ci siamo collocati davanti ad un secondo padiglione dove sono esposte delle interessanti proposte per auto elettriche, sia city car che sportive.

Li sono state disposte tutte le nostre Lancia Thema, i soci hanno quindi approfittato della stupenda giornata di sole, del nostro fotografo ufficiale Matteo Ballarin, e della irripetibile cornice per scattare qualche bella foto alla loro Lancia Thema in piacevole compagnia di molte arzille sorelline atterrate da tutta Italia!

Erano  presenti:

Thema 8.32 CAT del Vicepresidente Adriano,

Thema 16v ,

Thema 8v del Tesoriere Marco,

Thema Turbo 16V di Emiliano,

Thema 8.32 prima serie di Roberto Tosi,

Thema 16v di Luca Leardini,

Thema 8.32 prima serie del Consigliere Franco,

Thema 8.32 del Segretario Angelo,

Thema Turbo 16V del Consigliere Matteo,

Thema Turbo 16V LS del neo Consigliere Alessandro Giada,

Thema 16v LS di Stefano Falcinelli,

Thema 16v SW di Gabriele Valentini, 

Thema 16v SW FairWay di Pino Negrisolo 

Nel corso del raduno si poi aggiunte la Turbo 16v LX nera del socio Enrico Bruno, la Turbo 16v LX blu con un super motore del nostro Socio Daniele, e una Turbo 16v targata Torino di un appassionato del luogo, per un totale complessivo di 16 vetture presenti.

   

   

   

   

   

   

   

   

           

8.32 cat di Adriano

16V

8V di Marco

Turbo 16V di Emiliano

8.32 di Roberto

 

16V di Luca

8.32 di Angelo

 

Turbo 16V LS di Alessandro - una gran lavoratrice !!!

Turbo 16V di Matteo

 

8.32 di Franco

16V SW by Pininfarina di Gabriele

16V SW by Pininfarina di Pino

16V LS di Stefano

      

         

di grande effetto le foto scattate da Matteo Ballarin, passato e futuro  si sono incontrati alla Pinifarina

     

L'immenso parco, la splendida vetrata davanti la quale si sono specchiate le SW

            

  

           

 

lo splendido rosso della Thema di Stefano

piacevoli chiacchere...

Thema su Tangenziale

Il passato e il presente!

       

Al termine della piacevole visita ci si è spostati presso il ristorante dove erano stati prenotati tutti i coperti per degustare le specialità Torinesi. Brindisi, chiacchere e tanta buona compagnia, al termine tutto il gruppo si è spostato verso l'evento principe del raduno, il Lingotto di Torino.

Non nascondiamo una certa emozione all'arrivo in questo posto magico, vedere le porte di questo tempio dell'auto che si apre per noi è stata una soddisfazione difficile da raccontare a parole, vedere questo luogo così carico di storia che accoglieva di nuovo le nostre Thema è stato l'apice di questo irripetibile evento. Complice la giornata praticamente estiva che ha accompagnato anche gli altri appuntamenti, abbiamo avuto l'occasione di scattare foto stupende, che rimarranno per sempre a cornice del sito e dei ricordi più cari di tutti i soci presenti.

 

 

il pranzo

verso il Lingotto

due protagonisti...

Le porte dell'Olimpo aperte

la facciata del lingotto

           

la famosa bolla...

la malcelata soddisfazione dei soci

foto leggendarie...

le famose rampe

ottimo scenario

         

         

        

           

Discorso a parte meritano le rampe di accesso e discesa alla pista del Lingotto. A detta di tutti, almeno alla salita, il cuore è arrivato in gola. Chi vi scrive aveva le pelle l'oca alla guida della sua 8.32 salendo su per le rampe, si sentivano le stridore quasi da drift dei soci più "smaliziati", il ruggito dei turbo, dei 16v, degli 8 cilindri delle Ferrari, insomma mai provata una sensazione simile. La cosa più bella che preme raccontare a tutti, sono state le facce dei soci all'arrivo sulla pista. A metà tra l'incredulità, la commozione e la grande emozione, c'era chi rideva e non riusciva a fare altro, chi ha tenuto la bocca aperta per minuti, chi con una leggera vena di compiacimento dentro di se sussurrava... "ce l'abbiamo fatta!"

        

      

       

       

 

Trascorsa buona parte del pomeriggio a scattare foto sulla pista del Lingotto, alle 18 è iniziata la consueta assemblea annuale. Resoconto:

Viene eletto Alessandro Giada Consigliere (un sincero augurio al nostro Alessandro) per il dimissionario Raffaele Calamassi, vengono approvate le modifiche allo statuto del Club per poter in un futuro si spera più vicino possibile diventare Club federato ASI, si eleggono i 3 Probiviri, una sorta di Senato del nostro club, che vede la nomina unanime di Pino Negrisolo, Fabio Alberani e Enrico Bruno, tutti nostri soci presenti. Si passa poi alla riorganizzazione dei compiti all'interno del club, vengono premiati con una targa ricordo Matteo Ballarin e Pino Negrisolo per l'eccellente organizzazione del raduno Torinese, Vengono consegnati degli album celebrativi del 25° anniversario della nascita della Thema, dono del Lancia Thema Club Italia a tutti gli equipaggi intervenuti, per poter conservare nel migliore dei modi le foto di questo indimenticabile evento! Oggetto molto gradito a detta dei soci che lo hanno ricevuto, realizzato in pelle col logo color argento serigrafato sulla copertina.

 

 

Ma il bello doveva ancora venire...

Infatti, per gentile intercessione del nostro Presidente Pierpaolo Beradi, alla cena di Gala organizzata dal LTCI nel prestigioso ristorante collocato proprio sulla pista del Lingotto, è stato invitato il Dott. Enrico Masala, colui che dal 1977 fu responsabile del prodotto Lancia Thema, dalla progettazione, sviluppo, collaudo, presentazione, vendita e aggiornamento, è stato lui "l'uomo della Thema". A cominciare dal nome, infatti "Thema" è frutto di una sua idea.

Sono stati centinaia gli aneddoti raccontati dal Dott. Masala mosso da una immensa passione per l'auto e per le Lancia. Tantissime le chicche che i soci presenti hanno avuto l'onore di conoscere, raccontate con vero entusiasmo da Enrico Masala.

 

I soci fondatori del LTCI, un grande onore per tutti avere una foto con accanto il Dott. Masala

     

Il Dott. Masala al suo arrivo in assemblea, la premiazione con Ballarin e Negrisolo, il Dott. Masala che narra gli anni dello sviluppo "Thema"

 

Il LTCI presente è stato rapito dai racconti dell'ospite d'onore, il Dott. Masala ha intrattenuto tutti gli attoniti presenti narrando le interessanti vicende che hanno caratterizzato la nascita della Lancia Thema. Molti gli aneddoti sul prodotto 8.32, i rapporti con la Pinifarina, gli importanti risultati sul mercato europeo, la piena soddisfazione di dirigenti e clienti, insomma abbiamo sentito dei racconti che sono andati oltre ogni nostra personale immaginazione.

Permetteteci una vivo ringraziamento e un infinito attestato di stima per il Dott. Masala.

Uomo Lancia da sempre, responsabile del prodotto per decenni, attualmente Responsabile della Collezione Lancia, nonchè presidente onorario del Lancia Club, autore degli ultimi grandi successi deli anni 80-90 del marchio, dirigente di altissimo livello, che con viva partecipazione ed entusiasmo ha dedicato questo sabato sera a noi del Lancia Thema Club Italia. E' stato per noi organizzatori e per i soci presenti un vero onore aver ospitato un personaggio di tale spessore, uomo chiave nella nascita e nel successo della Lancia Thema. Abbiamo colto in lui una vera soddisfazione nell'aver personalmente constatato che associazioni come la nostra tengono ancora alto il nome di prodotti di qualità come la Thema, abbiamo omaggiato il Dott. Masala della Tessera socio ONORARIO n. 1 del nostro club, ricevendo da parte sua un vivo ringraziamento e un saggio consiglio: l'associazione e i soci prima di tutto, mai spazio a eccesso di personalismi o protagonismi che minano il futuro di ogni associazione, anche la più solida ed efficiente.

In cuor nostro speriamo di poter avere di nuovo il Dott. Masala nostro ospite, magari a bordo di una Lancia Thema della sua Collezione, ringraziandolo ancora per la sua cortesia, disponibilità, ed entusiasmo, esprimiamo un vivo ringraziamento ad uno degli ultimi uomini Lancia animati da una vera passione per l'auto. Mai dimenticheremo questo incontro con un personaggio che definiamo unico.

       

I tavoli della Cena di Gala, ristorante del Lingotto, Sabato 24 ottobre, Torino.

   

 

DOMENICA 25 OTTOBRE - PARCO DEL VALENTINO, TORINO

       

Di buon mattino il Club tutto si è recato per alcune foto nella splendida cornice del Parco del Valentino, sempre a Torino. Mossi sempre in fila ordinata grazie all'ausilio di veri street-racers come il socio Ballarin che munito di radio agevolava il passaggio di tutto il gruppo nelle rotatorie e negli incroci, siamo arrivati in questo splendido parco bagnato dal Po, e caratterizzato da un bellissimo castello e borgo medioevale visitato da tutti i soci. Naturalmente non potevano mancare le foto delle nostre Lancia Thema.

 

 

DOMENICA 25 OTTOBRE - SEDE CENTRALE FIAT DI TORINO

       

Quando la prima volta ci venne in mente la folle idea del raduno di Torino, pensammo subito a questa foto. Le Lancia Thema davanti alla sede centrale Fiat, gli stabilimenti. Quell'immagine che sempre appare nei telegiornali, libri e riviste tutte le volte che si parla di Fiat. Beh, c'è riuscita anche questa... Animati da una vera passione, siamo riusciti a realizzare anche questo di sogno, e crediamo di poter parlare a nome di tutti i presenti e perchè no anche di tutti i soci e appassionati.

Elogiamo la passione. Non c'è carburante più potente di questa, grazie a lei ogni sogno è realizzabile, e confidiamo in essa per raggiungere traguardi sempre più ambiti. Anche se, osservando attentamente queste immagini, non ci sovviene un altro obbiettivo altrettanto prestigioso. Tutt'ora ci sembra di aver toccato l'apice, non riusciamo ad immaginare risultato più importante per la nostra associazione, anche se siamo sicuri che la Passione ci porterà più avanti della nostra stessa immaginazione. D'altronde, quando nell'Agosto del 2007, i quattro membri fondatori si incontrarono per la prima volta a Roma, mai avrebbero immaginato di scattare queste foto 2 anni dopo. Cosa ci riserverà il futuro? L'importante è raggiungerlo sempre a bordo delle nostre Lancia Thema.

 

     

Eccoci alla fine del nostro Raduno. La auto parcheggiate in Hotel in attesa del viaggio di ritorno, le squadre che viaggiando assieme hanno ripreso la strada di casa, i benzinai che alla vista delle 8.32 hanno erogato fiumi di carburante...

Un bilancio. Il valore più grande che caratterizza questo club sono i suoi soci. Persone vere, animante da grande passione, rispetto, e permetteteci di dirlo, amicizia. Tutti credo, si sono accorti del forte legame che li ha tenuti vicini in questi tre giorni. Persone con vite diverse, distanti centinaia di km uno dall'altro, ma così piacevolmente uniti sotto la bandiera del nostro club. Un gruppo di Gentlemen in puro stile Lancia, che si va affinando e affiatando di evento in evento sempre di più.

Sedici autovetture complessivamente presenti, una media di 1000 km ad equipaggio, (1500 circa per i partecipanti Romani) 3 giorni di vera passione Thema, e ci teniamo a sottolineare, nessun problema tecnico anche stavolta per le auto che hanno partecipato, anche questo vuol dire viaggiare in Lancia Thema. Un'auto di 25 anni che senza la minima esitazione accompagna persone per tutta l'Italia ed oltre con estrema naturalezza, comodità, velocità e sicurezza. C'è altro che si può pretendere da un'auto di 25 anni?

Signori, questa è la Lancia Thema. Questo è stato il raduno che merita una grande Signora. Alla prossima!!!