RAID FOBELLO (VC)

23-09-2012

Official web site of Lancia Thema Club Italia

EccoVi qui sotto la cronaca del raid di domenica 23-09-2012 a cura del Socio Giorgio Rapetti.

Una nuvolosa giornata di inizio autunno accoglie i soli due equipaggi partecipanti a questo raid tra i laghi e le montagne delle province di Verbania, Novara e Vercelli, la meta è Fobello (VC), paese natale di Vincenzo Lancia, dove ha sede il museo a lui dedicato.

Protagonisti del raid sono due neo-themisti, entrambi su 16v VIS III serie: il sottoscritto Giorgio, themista da maggio, coadiuvato dall’ottimo navigatore Andrea Rossi, e Fabio Ricchieri, di Torino, diventato themista a marzo.

La Thema di Giorgio: 16v VIS LS III serie del marzo ‘93, Verde Derby metallizzato con interni in pelle color biscotto e vetratura Solextra originale. Esemplare in perfetta efficienza con 124mila km.

La Thema di Fabio: 16v VIS LS III serie dell’ottobre ‘92, Grigio Memphis metallizzato con interni in alcantara beige, 126mila km all'attivo.

L’appuntamento per il ritrovo è a Stresa, alle 9.30. Fabio arriva puntuale e, dopo mezz’oretta di “ispezione” e confronto delle nostre vetture, partiamo alla volta di Verbania, dove faremo colazione.

In seguito ci mettiamo in viaggio verso Itra dove sostiamo all'imbarcadero prima di proseguire il viaggio verso San Bernardino Verbano e Mergozzo.

Ci rendiamo conto di essere molto tirati coi tempi, (il pranzo è prenotato per le 12.15 ad Armeno, a circa una 40ina di km dal punto dove siamo ora, seguendo il percorso stabilito), perciò decidiamo di lasciarci alle spalle Mergozzo senza fermarci e di accorciare il percorso di una decina di chilometri, evitando di salire a Casale Corte Cerro. Tagliamo quindi per la parte bassa del paese, attraversiamo Omegna ed entriamo nella provincia di Novara.

Nonostante il cambio di percorso siamo comunque in ritardo, per cui ci concediamo una sosta di una ventina di minuti presso il Santuario della Madonna della Bocciola a Vacciaco, frazione di Ameno. Qui ne approfittiamo per fare alcune altre foto alle nostre Thema ed al paesaggio, anche se con queste nuvole non è proprio la giornata ideale per avere bei scatti del Lago d’Orta…

Con circa mezz’ora di ritardo sulla tabella di marcia arriviamo al ristorante Golden Star di Armeno e parcheggiamo le nostre Thema.

Dopo le ottime e molto abbondanti porzioni di fritto misto, (che non riusciamo a finire), ci mettiamo in cammino per la tappa clou del nostro viaggio: Fobello. Sono le 14.15 circa quando partiamo da Armeno e per raggiungere il paese ci vuole circa un ora e 15 minuti.

Dopo aver riattraversato Omegna passiamo Nonio e Cesara e prendiamo la strada che porta al Passo della Colma, che segna il confine tra le province di Verbania e Vercelli. Appena dopo Arola incontriamo una nuova BMW Serie 1 che procede a passo d’uomo e ci fa da tappo. Dato che non ci sono punti in cui sorpassare in sicurezza, ce la teniamo davanti sperando che alla Colma si fermi e ci faccia passare...

...cosa che non accade... Ci teniamo quindi la BMW davanti fino all’ingresso di Varallo Sesia. Sono da poco passate le 15 quando iniziamo i 18 chilometri di salita che portano a Fobello. L’appuntamento con Stefano Rigamonti del Valsesia Lancia Club, la nostra guida per il Museo Vincenzo Lancia, ci aspetta per le 15.30... Manca qualche minuto alle 15.30 quando arriviamo in vista della nostra meta: Fobello.

Entriamo in paese, parcheggiamo le nostre vetture, che tra i tornanti si sono comportate più che egregiamente, e nella piazzetta del paese incontriamo Stefano.

La chiesa del paese vista dall’alto della piazza antistante il Museo Vincenzo Lancia.

Una bella casetta nel tipico stile dei paesini di montagna.

Ecco la facciata del Museo Vincenzo Lancia, ospitato nel palazzo G. Lancia, ex-scuola elementare del paese. Peccato per tutti quei ponteggi ma il museo è in fase di ristrutturazione...

All’interno non si potevano fare foto, quindi Vi dovrete accontentare di questa breve descrizione delle 3 sale: Astura, Artena e Augusta.

La sala Astura è dedicata alla storia del padre di Vincenzo Lancia, Giuseppe, ed ai primi anni di attività di Vincenzo.

La sala Artena ripercorre la carriera di pilota di Vincenzo Lancia, con i suoi successi ed insuccessi, tra cui anche il titolo di vincitore morale alla Gordon Bennett ed alla Vanderbilt, il resto della sala è dedicato alla fondazione della Lancia ed ospita foto degli stabilimenti, ricostruzioni dei reparti produttivi e documenti relativi all’attività.

Nella sala Augusta sono presentati alcuni dei capolavori di Vincenzo Lancia: la Lambda e l’Aprilia. Spazio è dedicato anche alla produzione successiva alla morte di Vincenzo Lancia: l’Aurelia e l’Appia, ultima vettura prodotta quando gli stabilimenti erano ancora in mano alla famiglia Lancia.

Dopo aver visitato il Museo facciamo anche una visita alla tomba della famiglia Lancia, nel piccolo cimitero del paese, dalla caratteristica pianta circolare, che alcune voci dicono disegnata dall’arcitetto Alessandro Antonelli, il progettista della Mole Antonelliana.

Alle ore 18,15 partiamo da Fobello.

A questa stazione di servizio alla periferia di Varallo Sesia si conclude il nostro raid: 138,4 km percorsi, comodamente seduti sulle accoglienti poltrone delle nostre Thema 3 province e 20 comuni attraversati.

Una bellissima giornata in cui io e Fabio abbiamo avuto l’occasione per confrontare le nostre VIS su un tracciato abbastanza impegnativo, ricco di saliscendi e curve che ha regalato grandi soddisfazioni... Un’esperienza che spero si ripeta presto, magari con un corteo di Thema più numeroso...