3.000 KM IN LANCIA THEMA

Impresa del Socio Antonio D'Ippolito

Official web site of Lancia Thema Club Italia

Come promesso Vi riportiamo qui la trasferta Soverato-Padova e ritorno del nostro Socio Antonio d'Ippolito e della sua turbo 16v LX, lasciamo il racconto alle sue parole.

Devo dire che sono stato indeciso fino alla fine se fare un viaggio di così tanti chilometri con una macchina di 18 anni; non era proprio il massimo della tranquillità ma alla fine ancora una volta la passione ha preso il sopravvento sulla ragione e devo dire che, col senno di poi, ne sono contento, una bella prova di quasi 2800 km in diverse condizioni di traffico e meteo.

Lasciamo la Calabria la mattina di Giovedì 22 ottobre con un tempo un po' grigio anche se verso la Puglia si schiarisce leggermente.

Il tragitto fatto è Davoli-Sibari via autostrada, poi da qui verso nord sulla litoranea in Puglia passando per un tratto in Basilicata, imbocchiamo successivamente l’autostrada a Taranto, finalmente la Thema si sgranchisce un po' i pistoni: qualche centinaio di chilometri di pianura, la Thema va benissimo, consumi ridotti al minimo con il GPL.

Ci si ferma per trafficare un po' con il navigatore di Carlo, il mio compagno di viaggio, modello top di gamma di Tom Tom che impazzisce di colpo, ci colleghiamo con il PC via internet, scarichiamo il software, aggiorniamo i programmi ma non c’è niente da fare non va.

Decidiamo di fermarci per il pranzo a base di un panino e un caffè per poi procedere; l’autostrada diventa più stretta e trafficata, tanti tir e deviazioni, dopo alcune ore arriviamo a Fano, sono le 8 di sera, da lì proseguiamo verso l’interno delle Marche verso casa di mia sorella a Fermignano, provincia di Pesaro-Urbino, a qualche chilometro da Urbino, una bella rimpatriata con le nipotine, la sorella e mio cognato.

 L’indomani di buon mattino pronti per la Fiera di Rimini, 2 giorni di intenso lavoro.

 

 

Alla mattina controllo l’olio e vedo che mancano circa 200 g, lo aggiungo, la Thema parte tranquilla, dopo una decina di chilometri proviamo a passare a gas e...niente, non va!

Scendiamo verso Fano, la temperatura sale intorno ai 16 gradi, riprovo e...riparte, è incredibile come al variare della temperatura varia il comportamento del GPL, arriviamo a Rimini, tutto ok.

Il giorno dopo stessa storia, il GPL a volte va a volte no, questa volta invece di rientrare nelle Marche si prosegue alla volta di Ferrara, arrivati in hotel cosa vedo parcheggiata sotto?

Una Thema LS blu Madras targata Sondrio, non ho nessun contatto, ceniamo e ci organizziamo per l’indomani.

Qui la temperatura scende ancora al mattino, la Thema a gas non vuole saperne, per fortuna mi sono portato da casa uno strumento fatto da me che mi permette di registrare la pressione, provo a vedere come stanno le cose, beh era molto bassa, allora la registro in base ai valori da manuale e riparte tranquillamente.

Raggiungiamo gli amici del LTCI alle porte di Padova, il mio amico Carlo fino a quel momento un po' scettico alla vista di 30 Thema in fila rimane colpito...è un flash!!!

Da lì parte il corteo che ci porta dentro la fiera, i ragazzi sono organizzati con le ricetrasmittenti, in pochi minuti ci troviamo dentro la fiera, parcheggiamo le nostre care e ci accorgiamo che come vicini di casa abbiamo niente popò di meno che un Club Ferrari!!

L’emozione è forte, incontro di persona tanti ragazzi che prima d'allora conoscevo solo in chat.

La giornata è piacevole, pranzo al 12° piano necessariamente un po' formale visto che eravamo in tanti e molti ci vedevamo per la prima volta, comunque ci si ritrova subito a parlare della nostra passione.

Stupenda giornata, ricevo con mio stupore il premio per l’equipaggio venuto da più lontano.

Ci salutiamo con gli amici del Club e, ritornato intanto il mio amico Carlo che era in giro per la città, ci rimettiamo in macchina per tornare anche se con un po' di preoccupazione per il lungo rientro.

Dopo un traffico intenso lasciamo Padova e rientriamo nelle Marche, la pioggia battente mette a dura prova noi e la Thema sempre con il problema che più freddo fa e peggio va a gas; alle 9 di sera siamo di nuovo nel cuore delle Marche.

 

 

 

 

 

 

 

 

L’indomani sveglia all’alba mentre tutti dormono, preparo i bagagli per la lunga traversata e subito dopo colazione si parte.

Questa volta decidiamo di scendere dall’autostrada del sole passando da Assisi, luogo in cui ho vissuto 4 anni; facciamo un tour per il centro comodamente seduti sulle poltrone Frau.

Parcheggiamo e incontriamo vecchi amici che decisero di stabilirsi lì nel '91 e rilevare un ristorante, un'altra bella rimpatriata.

 

Dopo un paio d’ore ci si rimette in viaggio fino ad un'altra sosta per salutare degli amici meccanici, loro mi hanno installato il primo impianto GPL sulla Thema 6V così siamo rimasti negli anni sempre in contatto, pronti per un consiglio o qualsiasi altra cosa, persone squisite.

Il tempo passa e i chilometri sono ancora tanti, dopo un’oretta si riparte sotto una pioggia incessante, pioggia, pioggia e ancora pioggia, la Thema con le sue Michelin Pilot Exalto in ZR non ha nessuna esitazione sul bagnato, tutto ok, ci fermiamo verso Terni dove facciamo il pieno di gas ma il tizio ha una pressione più alta del dovuto e carica 50 litri su una bombola che ne porta nominalmente 51, dice che abbiamo un problema al galleggiante...mi sembra strano, la bombola è nuova, ancora in garanzia… Sotto l’acqua incessante ci rimettiamo i marcia cercando di consumare quanto più gas possibile; ci si ferma sotto Roma per il pranzo in autogrill.

Da lì il tempo si schiarisce un po' è mi accorgo che ne è passato di tempo dall’ultima volta che feci quest’autostrada, adesso è quasi tutta a 3 corsie e si viaggia che è una meraviglia.

Ci sentiamo con Alberto8.32, noi non avevamo più tempo dovendo rientrare al più presto ma Alberto da buon campano insiste e ci aspetta all’uscita di Caianello. Con un'offerta irrinunciabile sua madre aveva cucinato per noi una specialità così usciamo e familiarizziamo subito con Alberto “Grande” che ci consegna con maestria le crocchette di patate fatte con una ricetta dell’hinterland campano, un velo di sapore affumicato, vi garantisco, gusto eccezionale...sapori d’altri tempi!

 

Qualche foto di rito, un affettuoso saluto e si prosegue con l’ultimo pieno fatto a Terni; arriviamo fino giù in Basilicata, Lagonegro Nord,  ma manchiamo il distributore GPL, prossimo a 120 km, già in Calabria. Al momento di ripartire da Lagonegro ecco che si spegne il quadro!!!!! Che cavolo, questa non ci voleva! Terrorizzato dall’ultima volta che stava prendendo fuoco la cassetta dei fusibili mi precipito a staccare batteria, il check mi segnava la luce targa sinistra, comunque per non rischiare stacco anche il fusibile servizi interni e proseguiamo senza luci sul quadro e con Carlo che mi illumina con una torcia a led.

Alla fine è solo impressione perché la Thema va tranquilla con i servizi importanti tutti funzionanti, arriviamo verso mezzanotte a casa!!!!!!!!!!!

Adesso il guasto l’ho sistemato, era nel cablaggio luci posteriori, scoperto tutto e rimontato per bene poi ho isolato la corrente proveniente dalla centralina fusibili sotto il tunnel centrale eliminando le micro lampadine posacenere e accendisigari dietro. Riguardo il gas farò spostare la batteria nel baule e il riduttore di pressione al posto della batteria, in modo d'avere una pressione sempre costante essendo questa la chiave di tutto il discorso.

Unico rammarico...la parentesi è già finita, alla prossima...